Disponibile la versione beta di Firefox 4

 

firefox 4

 

E’ notizia recente l’uscita dell’ultima versione del popolare browser di casa Mozilla.

Sto parlando della nuova versione beta di Firefox 4 che apporta numerose modifiche alle precedenti versioni del programma non solo relative all’aspetto ma anche alla qualità della navigazione.

 

Come potete notare dall’immagine, una delle grande novità di cui si parlava in via non ufficiale è  la posizione delle schede posta nella parte superiore rispetto alla barra di ricerca per concedere più sapzio alla finestra di navigazione che accompagna la compatibilità con il nuovo formato HTML 5.

 

Dal sito ufficiale, ecco tutte le novità previste:

 

 

  1. In Windows Vista e Windows 7 la barra dei menu è stata modificata come in Internet Explorer.
  2. È possibile cercare e aprire le schede già nella Smart Location Bar
  3. Nuovo Addons Manager e l’estensione di gestione API.
  4. Significativi miglioramenti nelle gestione delle API e JS-ctypes, una nuova interfaccia per le estensioni.
  5. I pulsanti di chiusura e riduzione a icona sono state fuse in un unico pulsante sia su Windows, Mac e Linux.
  6. La Barra dei segnalibri è stato sostituito con un pulsante Segnalibri di default.
  7. Protezione dai crash sia per Windows, Linux e Mac quando Adobe Flash, Apple QuickTime o Microsoft plugin Silverlight non funzionano correttamente.
  8. Transizioni CSS parzialmente supportate.
  9. Pieno supporto WebGL.
  10. Core Animation per il rendering dei plugin per Mac OS X.
  11. Supporto nativo per il formato video HD HTML5 WebM.
  12. Direct2D in fase sperimentale, disattivato per impostazione predefinita.
  13. Gli sviluppatori possono utilizzare la comunicazione bidirezionale API.
  14. Rendering pagina più reattiva.
  15. Nuovo HTML5 parser.
  16. Supporto per HTML5.

Per l’utente comune, una delle grandi novità di cui avevamo avuto assaggi già nelle versioni stabili del programma è quella descritta al punto 7.

 

Grazie alla separazione dei processi e quindi all’indipendenza dal processo principale di Firefox, l’eventuale blocco di applicazioni di terze parti non pregiudicherà il corretto funzionamento del browser evitando crash indipendenti da Firefox stesso.

 

Altra chicca proveniente da casa Mozilla è il correttore, mentre scriveremo con il nuovo browser esso correggerà parole digitate in maniera scorretta in modo da poterci permettere di modificare il termine usato.

 

Sul sito dei commenti su questo prodotto al momento prevalgono i giudizi negativi ma bisogna anche tenere conto che si sta parlando di una versione beta quindi non definitiva, che implica un funzionamento non perfetto.Se volete quindi installarla per vedere un po’ di quello che Firefox vi offrirà nel futuro non avrete problemi mentre non vi consiglio di utilizzarlo definitivamente come vostro browser.