Navigare anonimi con Firefox

firefox logo

 

Mozilla Firefox è il secondo browser utilizzato al mondo dopo Internet Explorer e al momento è destinato a diventare a breve in numero uno in assoluto.Scopriamo una delle sue caratteristiche peculiari.

A partire dalla versione 3.5 la volpe rossa del web fornisce un’interessante opzione per rendere la nostra navigazione più sicura.

 

Molte volte si accede al web da postazioni pubbliche, uffici, internet point o semplicemente da pc di amici e conoscenti.In questi casi la privacy non è tutelata al massimo, infatti tutti i comuni browser da Internet Explorer a Chrome allo stesso Firefox memorizzano nella cronologia tutti gli ultimi siti visitati, le password, le parole digitate nei campi di ricerca. In sintesi chi utilizza un browser dopo di voi può scoprire quasi tutto quello che avete fatto e visto sul web.

 

Mozilla Firefox offre un’interessante opzione, poi ripresa dagli altri browser, per navigare in modalità anonima.

I passi seguenti spiegano come attivare tale modalità:

 

  1. Aprire il browser Mozilla Firefox
  2. Cliccare sulla voce Strumenti del menù del browser.
  3. Selezionare la voce Avvia Navigazione Anonima.
  4. A questo punto verranno chiuse tutte le schede aperte e riaperto Firefox in modalità sicura. Per tornare alla modalità normale basterà chiudere il browser e riaprirlo.

Esiste anche uno scorciatoia da tastiera che permette, tramite la pressione della combinazione di tasti Ctrl+Maiusc+P di avviare direttamente la modalità anonima che permetterà di non salvare le seguenti informazioni:

  1. Pagine visitate.
  2. Moduli e barra di ricerca.
  3. Password.
  4. Elenco dei download.
  5. Cookie.
  6. Contenuto della chache.

Navigare anonimi non significa che non è possibile essere rintracciati in caso di violazioni della legge, come informa Mozilla infatti “la Navigazione anonima costituisce un efficace mezzo per evitare di memorizzare la cronologia di navigazione sul computer in uso. Tuttavia nella normale navigazione in Internet intervengono anche altri dispositivi (router, server, ecc. ecc.) che potrebbero essere in grado di tenere traccia dei siti visitati, indipendentemente dal browser utilizzato.”